Il Crottone del 1400, Consiglio di Rumo

Anche se il confine lo posiziona nel comune di Consiglio di Rumo, il Crottone si raggiunge da Dongo, seguendo l’indicazione per Stazzona e si trova insieme a tutti gli altri crotti. Di tutti è quello più antico, quello con la vista migliore.l’unico ad essere aperto tutto l’anno.

Perchè Ada, la proprietaria, ci abita ed è rimasta l’unica a testimoniare il fasto passato dei crotti, di quando ci andavano sia finanzieri che contrabbandieri, forestali e bracconieri. Di quando si facevano delle gran feste e poi si ballava e si cantava. Ci vorrebbe un blog intero solamente per parlare a sufficienza di Ada e dei crotti. Di quelli veri, di allora. Di questo di ora.

E non pensiate che lei sia una montanara che non ha visto più in là del suo crotto. Vi parlerà in tedesco, con un ottimo accento, vi racconterà di quando ha vissuto a Milano, dei libri che ha letto… avete tempo? Bene. E’ la sola cosa che vi serve, una volta arrivati qui.

Noi, poi, abbiamo avuto la fortuna di andarci domenica 30 dicembre 2007. La fortuna, proprio perchè c’eravamo solo noi due. Ci ha accolti col calore del camino acceso e della sua simpatia, vestita a festa. I gatti che dormivano sulle sedie e il lago laggiù in fondo, sfumato in velo gelato che avvolgeva tutto di una atmosfera fiabesca.

Non mi dilungo sul cibo perchè è imparreggiabile, il migliore di tutti i crotti. Salumi così non li trovi altrove. La polenta uncia è proprio uncia senza risparmiare. Il capriolo in salmì, tenero e gustoso è il migliore che abbia mai mangiato. E mentre mangiavamo Ada, seduta di fronte a noi, ci raccontava della sua vita, di suo padre, della gioventù e degli anni belli delle feste ai crotti. Il tutto intervallato da una battuta su un gatto che non vedeva da giorni, sul tempo, su come prepara la polenta, su chissà dove è finito l’orecchino che ha perso.

E quando siamo arrivati al termine del nostro pasto, ha messo in tavola una sfilza di amari, decotti, sciroppi fatti da lei. E così ha cominciato a mangiare lei, al tavolo accanto, polenta e capriolo col vino preso dal nostro tavolo, quello che noi avevamo avanzato (era la seconda bottiglia però). Insieme abbiamo preso il caffè fatto con la moka.

E col calore sempre più elevato del camino, dell’atmosfera famigliare condita di immagini retrò e racconti virati seppia, con le vampate al viso per il vino sincero e i digestivi abbiamo fatto le 16 passate.

Andare via è spiaciuto a noi e a lei, ma se fossimo rimasti ancora si passava alla merenda e poi cena….

Conto da 30 euro in due: mi raccomando lasciate una bella mancia. Con discrezione però, perchè persone così vanno accarezzate dolcemente, non debbono essere conosciute da tutti.

Voto: 10 (non saremo del tutto obiettivi ma proprio non ce ne importa)

TELEFONO 0344.81475

Annunci

10 Risposte to “Il Crottone del 1400, Consiglio di Rumo”

  1. Ciao,
    ieri casualmente sono capitato in questo crotto e la signora Ada mi ha parlato di voi :).
    Condivido al 100% quanto avete scritto e le sensazioni sono state praticamente le stesse.
    E’ spiaciuto anche a noi andare via, ci torneremo sicuramente anche solo per fare un saluto alla gentile e simpatica Ada.

  2. Molto squallido l’ambiente, per non parlare del mangiare lasciato nel piatto. Un consiglio mangiate una pizza sotto casa e’piu’ salutare.Scusate mi dimenticavo antipasto primo secondo 25 euro a testa.

  3. Abbiamo passato un bellissimo pranzo il 1 gennaio del 2008.
    E’ un posto più unico che raro, ci sembrava di essere in un’altra
    epoca. Ambiente più che famigliare e il cibo a volontà e molto buono con specialità locali. p.s. abbiamo amche ritrovato il certosino che aveva perso la sciura Ada.
    Angelica

  4. siamo andati in una calda giornata di agosto, ingolositi proprio dalla vostra recensione.
    Dunque, la sciura Ada non ci dava retta neanche di striscio, erano arrivati dei suoi amici tedeschi…e noi trattati come fuffa. ed anche i camerieri… 15 minuti solo x farci sedere al tavolo.
    polenta oncia ottima, salumi ottimi, vino buono. i secondi però ridicoli: grigliata di carne anonima, tipo festa in piazza. il brasato era una cosa inguardabile, carne bollita condita con sugo Barilla. roba che neanche alla mensa dei poveri.solo x questo dettaglio, che è imperdonabile in un crotto, non tornerò più.
    il posto in sè è carino.
    conto: 60 euro in 3. giusto se la carne fosse stata decente

  5. Sono stato al crottone una domenica pranzo con la mia famiglia, devo dire che avevo qualche pregiudizio fermarmi visto che gli altri crotti erano pieni di gente e lì non c’era nessuno, però spinti dalla curiosità ci siamo seduti e abbiamo ordinato da mangiare. Devo dire che l’ambiente è molto bello, la cantina è unica, storica con le botti visibili e la temperatura fresca, il vino era ottimo e abbiamo mangiato molto bene in particolare i pizzoccheri mai mangiati così buoni.
    Alla fine ci hanno offerto le grappe e amari della casa davvero unici come digestivo.
    conto: 75€ in 4 persone
    Vale la pena tornarci.

  6. Siamo stati 2 giorni per un addio al celibato e abbiamo anche dormito li’. Ok, il posto è rustico ma se vuoi la vista lago con le lenzuola di lino, i letti moderni ed il profumo di lavanda vai lungolago a min 75 euro a testa per notte. Con 20 euro ci paghi invece a malapena la piazzola campeggio vista cessi (sperimentato in zona).
    Quindi sulla stanzone da 6 nulla da eccepire, anzi, il bagno era nuovo e pulitissimo!
    Ora veniamo al cibo: antipasti di salumi (freschi e ottimi), 2 primi (pizzoccheri secondi solo a quelli di mia mamma e gnocchetti allo zincherlin se si chiama cosi’ buonissimi), grigliata brasato e polenta, formaggi, dolce, caffe e grappe/amari.
    Ora devo ammettere che la grigliata è ok (alla fine è una grigliata) e il brasato è effettivamente migliorabile, pero’ ci siamo arrivati che eravamo abbondantemente pieni.
    Abbiamo seccato 6 litri di vino e tre di grappa. Costo circa 27 euro a testa.
    In conclusione: noi ci torniamo sicuramente e porteremo le mogli. il vantaggio di dormire dove mangi (e bevi)è impagabile. Se poi lo paghi solo 20 euro a testa…
    Una nota finale sulla sciura Ada e sulla nuova (da 2 mesi)gestione del figlio Davide. Lei ci mette la simpatia ed il modo di essere che l’hanno resa famosa, lui ora aggiunge la professionalità e la soprattutto la pulizia che la sciura Ada per gli anni aveva lasciato andare “in secondo piano”.

  7. Vorrei comunicare a tutte le persone interessate che il CROTTONE possiede un indirizzo email:(trattoria.crottone@yahoo.it) e un sito web: (http://crottone.oneminutesite.it/contatti.html)

  8. Posto incantato, il tempo si e’ fermato, e noi ritroviamo la pace, la genuinita’ e il calore di persone gentili e allegre…roba di altri tempi…
    Ebbene anche il figlio Davide ha saputo rispettare la tradizione di famiglia…ci ha raccontato aneddoti della sua infanzia legati al passato…ci ha parlato di quando era piccolo e i pastori pascolavano le pecore praticamente nel crotto di famiglia…
    Lui e’ il degno erede della signora Ada, aiutato dalla moglie, questa giovane coppia, giovane e simpatica, ci ha conquistato coi loro modi allegri, la semplicita’ e soprattutto prendendoci per la gola.
    Si puo dire che abbiamo provato di tutto…tutto buono, ottimo, squisito…
    capriolo e affettati di ottima qualita’, i primi piatti poi…qualcosa di speciale…
    Alle volte ci siamo sentiti in dovere di fare il bis!!
    Dai pizzoccheri ai vari risotti coi funghi o con la zucca…spettacolari i risotti…a ripensarci…difficilmente ne ho trovati di cosi buoni…e non dimentichiamo le tagliatelle col ragu’…divine!!
    Vino e amari fatti in casa a volonta’, non si puo’ non provare l’amaro digestivo alle erbe…ovvero l’achillea moscata, erba raccolta in montagna, amaro preparato al crotto…ci siamo fatti dire tutto il ciclo produttivo di questo loro digestivo miracoloso…
    Il posto ci piace, la famiglia anche, si mangia e si beve piu’ che bene, la vista lago e’ meravigliosa, il prezzo molto contenuto…la cantina e’ sempre li da una vita…e ha fatto la storia…
    Non perdetevi questo posto…e se si fa notte…o se avete bevuto parecchio…avete anche la possibilita’ di restare a dormire…posto piu unico che raro.
    Complimenti a Davide…e alla sua disponibilita’.

  9. OK, mi avete convinto: andrò a provarlo la prossima domenica a pranzo….

    • Tenga presente che gli ultimi post sono del 2010, quindi potrebbero essere cambiate le cose, in positivo o in negativo.. Mi raccomando, qualora avesse da fare segnalazioni, non esiti a postare le sue impressioni, così da aggiornare i giudizi. Buon appetito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: